Prendere appunti a mano aiuta la memoria.

Questa sì che è una rivincita per quelli come me che ancora scrivono la lista della spesa a mano o che pur lavorando tutto il giorno al pc devono per forza avere un blocco di carta e penna per scrivere appunti…per ricordare…
Eh si perché da una recente ricerca dell’università di Princeton è emerso che prendere appunti a mano aiuta la memoria.
L’esperimento ha visto conivolta una classe di studenti, che è stata divisa in due gruppi distinti, e invitata a seguire dei Ted Talk, prendendo appunti: al primo gruppo è stata assegnata carta e penna, mentre al secondo un laptop.

Scrivere a mano aiuta la memoria
Non è poi così sbagliato rimanere un pò legati al passato

Penna vs Web: lentezza vs velocità

Per prima cosa è saltata all’occhio la lentezza.
Non è difficile immaginare che chi scrive a mano sia più lento di chi usa una tastiera. Soprattutto perché ormai la tastiera fa parte della nostra quotidianità. Chi di noi non usa un pc al giorno d’oggi?

Scrivere a mano aiuta la memoria

Ma la velocità nel prendere appunti non è sinonimo di efficienza.
Infatti, costretti ad andare più piano, coloro che prendono appunti alla “vecchia maniera” devono necessariamente prestare più attenzione a ciò che viene loro detto ed effettuare una scrematura trascrivendo solo le cose più importanti.
Si è potuto inoltre constatare che entrambi i gruppi ricordavano date e nomi ma soltanto coloro che avevano preso appunti a mano ricordavano meglio i concetti, semplicemente perché vi avevavo dovuto prestare più attenzione.
Infine coloro che avevano scritto più cose poi di fatto meno ne ricordavano nell’immediato.

Scrivere a mano facilita lo studio

Scrivere a mano aiuta la memoria
Teconologizzare i nostri figli o obbligarli a carta e penna^

È stato poi chiesto agli studenti di ristudiare gli appunti presi prima di sottoporsi ad un ulteriore test.
Si potrebbe, a questo punto, facilmente dedurre che coloro che avevano trascritto maggiori informazioni abbiano avuto la meglio ed invece, anche questa volta, gli studenti “vecchia maniera” si sono trovati avvantaggiati nel ricordare.

È consigliabile quindi munirsi di carta carta e penna quando si deve restare concentrati e questo anche perché un blocco note offre di certo minori distrazioni di un tablet.
Al massimo ci si potrà dilettare in qualche scarabocchio ma di certo con un laptop il rischio è quello di ritrovarsi a navigare in rete anziché concentrarsi sulla lezione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...